Contatti

Comune di Sinopoli
Piazza Vincenzo Capua 1
89020 Sinopoli RC

 

Tel 0966 961140
Fax 0966 965665

PEC  comune.sinopoli@asmepec.it
Codice Fiscale 82001070802

P.IVA 01205380809

 

Orari di Apertura

LUN-VEN: dalle ore 08:00 alle 14:00

MAR e GIO: dalle 15:00 alle 18:00

Amministrazione Trasparente

Sportello Inps

Fotogallery

    Sinopoli Vecchia

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

RSS di Ultima Ora - ANSA.it

Notizie non disponibili

Referendum Costituzionale del 29 marzo 2020

 

 

«Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - Serie generale - n. 240 del 12 ottobre 2019?».

 

 

 

 

VOTO DOMICILIARE

 

In occasione della prossima consultazione referendaria costituzionale di domenica 29 marzo tutti i cittadini con diritto di voto che sono affetti da gravissime infermità o che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano, possono esprimere il voto a domicilio, facendo pervenire al Sindaco una dichiarazione in carta libera attestante tale volontà e recante l’indirizzo completo della propria dimora. La dichiarazione può essere presentata fino al 9 marzo 2020.

Alla dichiarazione dovranno essere allegati copia della tessera elettorale personale, copia del documento di identità e un certificato medico rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell’Azienda Sanitaria Locale, con data non anteriore al 18 febbraio 2020 (quarantacinquesimo giorno antecedente la data di votazione), che attesti l’esistenza delle condizioni di gravissima infermità, con prognosi di almeno 60 giorni (decorrenti dal rilascio del certificato), ovvero di una grave infermità fisica che comporta la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedire all’elettore di recarsi al seggio.

La norma prevede che il voto sia raccolto, negli orari di apertura dei seggi, dal Presidente dell’ufficio elettorale di sezione, nella cui circoscrizione è compresa la dimora indicata dall’elettore all’atto della richiesta, ovvero dal Presidente del seggio speciale che opera presso la struttura ospedaliera o la casa di cura che si trovino nelle vicinanze di detta dimora. Il Presidente sarà assistito nella fase di raccolta del voto a domicilio da uno degli scrutatori del seggio e dal segretario. Possono partecipare alle operazioni di raccolta del voto domiciliare i rappresentanti di lista che lo richiedono. Sarà cura del Presidente assicurare la libertà e la segretezza del voto nel rispetto delle esigenze connesse alla condizione di salute dell’elettore.

 

 

 

ELETTORI TEMPORANEMENTE ALL'ESTERO - OPZIONE DI VOTO ALL'ESTERO-  CLICCA PER SCARICARE IL MODULO.

 

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovino temporaneamente all’estero, per un periodo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento del referendum popolare confermativo (29 marzo 2020) della legge costituzionale in materia di riduzione del numero dei parlamentari, nonché i familiari con loro conviventi, potranno esercitare il diritto di voto per corrispondenza (art. 4-bis, comma 1, legge 459 del 27 dicembre 2001), ricevendo il plico elettorale contenente la scheda per il voto all’indirizzo di temporanea dimora all’estero.

Per esercitare il proprio diritto di voto per corrispondenza, tali elettori dovranno far pervenire AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita opzione entro il 26 febbraio 2020.

L’opzione (esercitabile tramite il modulo qui allegato o in carta libera) può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.

L’opzione, obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero completo cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (ovvero che ci si trova - per motivi di lavoro, studio o cure mediche - per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle consultazioni in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti, oppure che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni).

L’opzione va resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000).

È possibile la revoca della medesima opzione entro lo stesso termine (26 febbraio 2020). Si ricorda infine che l’opzione è valida solo per il voto cui si riferisce (ovvero, in questo caso, per le consultazioni referendarie del 29 marzo 2020).

 

CLICA PER SCARICARE IL MODULO PER L'OPZIONE DI VOTO ALL'ESTERO

 

- LINK AL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI


****************************

 

 

Per il Referendum Costituzionale, previsto per il giorno 29 marzo 2020, gli elettori italiani residenti all'estero (AIRE), votano per corrispondenza, fatta salva però la facoltà per gli stessi di esercitare il diritto di opzione di voto in Italia, da esercitare entro il 08.02.2020.

 

clicca per scaricare il modello di opzione di voto in italia per gli isctitti AIRE

 

opzione di voto

 

SCARICA LA CIRCOLARE INFORMATIVA DELLA PREFETTURA - U.T.G. - DI REGGIO CALABRIA

 

 

 

Comune di Sinopoli
Piazza Vincenzo Capua 1
Codice Fiscale 82001070802

 

 

 

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.291 secondi
Powered by Asmenet Calabria